Master di Contabilità Pubblica degli Enti Locali

Acquista subito il corso

Puoi acquistare il corso direttamente dal nostro sito oppure, scarica la Scheda di Adesione e inviala a info@direkta.it

Quanto manca per l'inizio del corso:

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

Programma

La contabilità degli enti locali costituisce ormai un ramo specifico e importante della contabilità pubblica, che, quindi, non si esaurisce più nella tradizionale contabilità di Stato.

E’ pertanto necessaria una conoscenza accurata della materia, che ha ricadute significative nei rapporti tra privati e Pubblica amministrazione.

E’ altresì indispensabile un’attenta analisi del rilevante sistema dei controlli della Corte dei Conti nei confronti degli enti locali.

Il corso si propone di illustrare la materia in modo chiaro e dettagliato.

 

A chi è rivolto il Master?

Aspiranti al concorso in Corte dei Conti (pur se privi di conoscenza specifica di contabilità pubblica e degli enti locali)

Avvocati interessati ai rapporti con la Pubblica Amministrazione (pur se privi di conoscenza specifica di contabilità pubblica e degli enti locali)

Funzionari degli enti locali

Dottori commercialisti interessati alla contabilità pubblica

Programma del Master

  1. Introduzione alla contabilità pubblica
  2. L’amministrazione pubblica: generalità e classificazioni
  3. L’acquisizione e l’utilizzo delle risorse
  4. I tre aspetti della gestione e della rilevazione:
  5. A) L’aspetto finanziario
  6. B) L’aspetto economico
  7. C) L’aspetto patrimoniale
  1. L’autonomia finanziaria e il federalismo fiscale: dal patto di stabilità ai nuovi obiettivi di finanza pubblica
  2. L’autonomia finanziaria degli enti locali: la L. cost. 3/2001
  3. L’attuazione del “federalismo fiscale”: la L. 42/2009
  4. La potestà regolamentare
  5. I limiti all’autonomia finanziaria degli enti locali: il patto di stabilità interno
  6. La L. cost. 1/2012 e il vincolo del pareggio di bilancio
  7. Il superamento del patto di stabilità interno: il nuovo saldo di competenza

III Le entrate

  1. Le entrate tributarie
  2. Le entrate extratributarie
  3. Le entrate da trasferimenti e i fondi europei
  1. L’ordinamento contabile degli enti locali
  2. Le fonti normative
  3. I principi dell’ordinamento contabile
  4. L’armonizzazione dei sistemi contabili degli enti locali
  5. Il nuovo ordinamento contabile
  6. I principi contabili generali
  7. I principi contabili applicati

V La programmazione

  1. Il documento unico di programmazione (DUP)
  2. Il bilancio di previsione finanziario
  3. Il piano degli indicatori e dei risultati attesi di bilancio
  4. Il piano esecutivo di gestione (PEG)

VI La gestione del bilancio

  1. La gestione del bilancio
  2. Il responsabile del servizio finanziario
  3. I sistemi di tracciabilità dei flussi finanziari: transazione elementare, piano dei conti integrato e SIOPE
  4. La gestione delle entrate
  5. La gestione delle spese
  6. Le variazioni al bilancio di previsione e al piano esecutivo di gestione
  7. La verifica e la salvaguardia degli equilibri di bilancio
  8. I debiti fuori bilancio

VII La tesoreria

  1. Il servizio di tesoreria
  2. Il conto del tesoriere
  3. Il controllo sull’operato del tesoriere: le verifiche ordinarie e straordinarie di cassa

VIII Il rendiconto della gestione

  1. Le funzioni e la struttura
  2. Il conto del bilancio
  3. Il riaccertamento dei residui (ordinario e straordinario)
  4. Il conto economico e lo stato patrimoniale
  5. Il procedimento di formazione e di approvazione
  6. Il bilancio consolidato

IX La revisione economico-finanziaria

  1. Il Collegio dei revisori
  2. Prerogative e funzioni
  3. Le responsabilità

X La crisi finanziaria degli enti locali

  1. Gli enti in deficit strutturale
  2. La procedura di riequilibrio finanziario pluriennale
  3. A) Le condizioni per l’attivazione
  4. B) Le conseguenze
  5. C) Il piano di riequilibrio finanziario pluriennale: contenuto e implicazioni
  6. D) Il piano di riequilibrio finanziario pluriennale: modalità di presentazione e di approvazione
  7. E) La giurisprudenza e il ruolo della Corte dei Conti
  8. Il dissesto finanziario
  9. A) Definizione
  10. B) La dichiarazione di dissesto
  11. C) Le conseguenze
  12. D) Il ruolo della Corte dei conti
  13. E) Le restrizioni alla gestione del bilancio

F)- la procedura di risanamento

XI I controlli interni ed esterni sulla gestione

  1. Nozione di controllo
  2. I controlli interni nell’ambito delle pubbliche amministrazioni
  3. A) Il D.Lgs. 286/1999
  4. B) I controlli interni nel T.U.E.L.
  5. Il controllo di regolarità amministrativa e contabile
  6. Il controllo strategico
  7. I controlli sulle società partecipate non quotate
  8. Il controllo sugli equilibri finanziari
  9. Il controllo di gestione

XII Il controllo della Corte dei conti e gli enti locali

  1. La natura del controllo della Corte dei Conti: caratteri generali
  2. La giurisprudenza della Corte costituzionale sul ruolo della Corte dei Conti
  3. I controlli della Corte dei conti nei confronti degli enti locali.
  4. Il controllo previsto dall’art. 7 della legge n. 131/2003
  5. Il controllo previsto dalle leggi n. 266 del 2005 e n. 15 del 2009
  6. Il controllo previsto dall’art. 148 del TUEL
  7. Il controllo previsto dall’art. 148-bis del TUEL.
  8. Il controllo sugli incarichi di ricerca, studio e consulenza.
  9. L’approvazione dei piani di riequilibrio finanziario pluriennale e la verifica semestrale
  10. La funzione consultiva

XIII- Analisi della struttura e delle tecniche di redazione delle deliberazioni della Corte dei Conti relative al controllo sugli enti locali

  1. Le deliberazioni della Sezione regionale nell’esercizio del controllo finanziario sugli enti locali:
  2. Pronuncia specifica ex art. 1, comma 168, legge n. 266/2005;
  3. Deliberazioni ex art. 148 bis TUEL;
  4. Deliberazioni con segnalazioni al consiglio su esame delle relazioni ex art. 1, comma 166, legge n. 266/2005
  5. Le deliberazioni della Sezione regionale di controllo ex art. 148 TUEL
  6. Le deliberazioni relative al cd. dissesto guidato
  7. Le deliberazioni aventi ad oggetto il piano di riequilibrio finanziario pluriennale
  8. Altre tipologie di deliberazioni

9. I pareri

Dove

Roma, Hotel Nord Nuova Roma

Quando

10, 11 e 12 Maggio 2018

Comitato Scientifico

Dott. Francesco Cancilla, già magistrato ordinario, magistrato Corte dei Conti

Costo

In sede e a distanza

€ 850,00 + iva

Acquista il corso

E-Learning

Coloro che non possono raggiungere la sede del corso possono fruire del corso a distanza mediante due modalità:

1° PIATTAFORMA AUDIO - Accesso on line ad un’area riservata della piattaforma FAD dalla quale è possibile effettuare il download dei files audio in formato mp3 e del materiale didattico in formato doc o pdf.

2° PIATTAFORMA VIDEO – Accesso ad un'area riservata su una piattaforma e-learning sulla quale è possibile seguire il corso in streaming. Sulla piattaforma sono garantiti a tutti i partecipanti anche dispense individuate e realizzate dagli stessi Relatori.

Le lezioni sulla piattaforma, disponibili sul sito www.direkta.it., possono essere fruite  sin dal primo giorno lavorativo successivo alla lezione svolta in aula.

Si ricorda che è assolutamente' vietata qualsiasi forma di riproduzione e diffusione non autorizzata della registrazione delle lezioni e delle credenziali per accedere alle stesse che sono di esclusiva proprietà intellettuale della Direkta Srl.

Le violazioni accertate saranno perseguite a norma di legge art. 171-ter legge n. 633/1941 e determineranno l'interruzione immediato del servizio senza alcun preavviso.

Pin It on Pinterest

Share This